Fioricoltura-Daniela

INTERVISTA A BENJAMIN MØRK PIANISTA E COMPOSITORE

INTERVISTA A BENJAMIN MØRK PIANISTA E COMPOSITORE

Intervista a Benjamin Mørk pianista e compositore leader di una delle band più interessanti del nord Europa.

 

Prima del concerto dei Mørk al Festival Musiche sulle Bocche 2014 a Santa Teresa di Gallura abbiamo intervistato Benjamin Mørk, riportando anche la traduzione in inglese.

Intervista

Come è nato il tuo gruppo?

Benjamin Mørk: E’ una classica storia di una band: era da anni che componevo musica e volevo esibirla dal vivo. Dopo aver provato con diversi musicisti, sono arrivato ad esibirmi con i componenti attuali. Sono stato fortunato perché loro non sono solo ottimi musicisti, ma anche miei amici.

 

How did you start your band?

Benjamin: It’s really a classic band-story: I’d been composing melodies for several years and wanted to perform them live. After trying out some different musicians I came up with the four members that we are today, which is fortunate because not only are these people brilliant musicians, they are also my friends.

 

Chi ti ha inspirato?

Benjamin: A parte essere stato ispirato ovviamente da artisti moderni norvegesi e svedesi come Nils Petter Molvær, Esbjorn Svensson, Jaga jazziest e così via, ascoltavo molto rock e americana-acts. Diciamo che questi ultimi due sono il background da dove provengo visto che sono cresciuto suonando in gruppi rock.

 

Who has inspired you?

Benjamin: Besides being inspired by the obvious modern norwegian and swedish artists like Nils Petter Molvær, Esbjorn Svensson, Jaga jazzist and so on, I really tend to listen to a lot of rock and americana-acts, which is really were I come from growing up playing in rock-bands.

 

Siete al festival il 31. Cosa ci dobbiamo aspettare?

Benjamin: Vi aspetterà un’esplorazione musicale del lato oscuro della mente umana.

 

M. S.: You are at the festival on 31th. What’s in store for us?

Benjamin: You are in for a musical exploration of the dark sides of the human mind.

 

Diteci alcuni brani che suonerete.

Benjamin: Suoneremo canzoni del nostro primo ed unico album (“Karasho”) ed alcune nuove che saranno presenti nel prossimo album. L’uscita di quest’ultimo è prevista per gennaio 2015.

 

Tell us some of the songs you are going to play.

Benjamin: We will play songs from our first and only album (“Karasho”), as well as some new songs that will be on our next record, which is scheduled for release in january 2015.

 

Siete mai stati in Italia prima d’ora?

Benjamin: Si, abbiamo suonato in Italia per la prima volta quest’estate al Clusone Jazz! Siamo molto eccitati di ritornare. Abbiamo avuto un’esperienza fantastica l’ultima volta che siamo venuti. Il cibo poi…

 

Have you ever been to Italy before?

Benjamin: Yes, we played in Italy for the first time this summer at Clusone Jazz! We are very excited to return as we had a truly fantastic experience here last time around. The food…

 

Quanto è importante per voi questo concerto? Che cosa vi aspettate?

Benjamin: Ogni concerto in ci esibiamo è il più importante! Speriamo di vedere tanta gente in giro. Porteremo anche degli LP con dei CD.

 

How important is this concert to you? What do you expect?

Benjamin: Every concert we play is the most important one! We hope to see a lot of people around, we will bring some LP’s with CD’s as well.

 

Traduzione e trascrizione in lingua inglese di Laura Sotgiu.

Per maggiori informazioni e contatti:

visita la pagina Facebook di Benjamin Mørk

[userpro template=view user=author max_width=100%]
Tag assegnati a questo articolo
Intervista al musicistaintervista jazzInterviste

Articoli correlati

INTERVISTA A GIUSEPPE MELIS, IL CONTRABBATTERISTA

La passione che trascina in un mare di musica. Questo è ciò che colpisce di Giuseppe Melis, un polistrumentista che

INTERVISTA A PATRIZIO FARISELLI

Intervista integrale in occasione del concerto al Festival Musica Sulle Bocche.   Patrizio Fariselli, pianista, compositore, arrangiatore. E’ il fondatore

INTERVISTA A PAOLO DEMONTIS PER “SULLE STRADE DEL BLUES”

Abbiamo incontrato Paolo Demontis, direttore artistico del Festival Sulle Strade del Blues. L’armonicista cagliaritano noto nella scena blues sarda ci