Fioricoltura-Daniela

INTERVISTA A PATRICK ATZORI

INTERVISTA A PATRICK ATZORI

Abbiamo intervistato Patrick Atzori dopo il grande successo ottenuto ai live di Vivere a Cagliari, per “La Chitarra: regina per una notte”.

Di Tore Contu.

Sei giovanissimo rispetto al genere musicale che hai abbracciato, hai preso spunto da qualcuno (magari familiari), genitori, fratelli maggiori, cugini…

Patrick: Ad essere onesti tutto iniziò quando con la rivista “Panorama” uscì nel 1993 la raccolta “INDIMENTICABILI”, il cui primo numero era dedicato ad Elvis, una massiccia sponsorizzazione in TV destò le mie orecchie di bimbo di terza elementare ed incuriosito mi feci comprare la cassetta. Nella copertina c’era appunto Elvis con un giubbino rosso, una J200 a tracolla ed una bella Caddy sullo sfondo. Stile e voce mi ammaliarono ma il brano di quella cassetta che realmente mi ha dato la sensazione di “rock’n’roll” e mi ha iniziato a questo genere è stato “Whole Lotta Shakin Goin’ On” di Jerry Lee Lewis.

Dal tuo profilo Facebook vediamo un po’ di foto, porti sempre (o quasi) con te una GRETSCH arancione: è una “Brian Setzer”?

Patrick: no, è una 6120 Nashville che acquistai nel 2012 dal fonico dei Negramaro, la aveva comprata perchè la aveva desiderata essendo una chitarra storicamente importante ma dopo qualche prova non ci si trovò bene e la mise in vendita, casualmente la vidi su un sito, contattai il venditore e in qualche giorno ebbi a casa la Gretsch ancora con le corde originali ed il cellophane su copri trussrod e pick-up.

Azzardo una conclusione, correggimi pure se sbaglio… Quindi tu sei stato ispirato anche dagli Stray Cats, o ti piaceva solo la sua chitarra?

Patrick: gli Stray sono stati grande fonte di ispirazione ed in particolar modo Brian Setzer, innovatore della chitarra rockabilly con un gusto eccezionale e una dote unica. Naturalmente mi piace moltissimo anche la sua chitarra, modello già sviluppato e portato alla gloria da Chet Atkins e utilizzato da chitarristi che hanno dato una impronta personale al genere tipo Eddie Cochran o Poison Ivy dei Cramps o Jim Heat oltre Setzer, chiaramente.

Personalmente sono sempre curioso rispetto alla strumentazione usata dai chitarristi, oltre a questa splendida chitarra, cosa ci puoi dire del tuo setup?

Patrick: il mio setup in realtà è molto semplice, prediligo l’amplificazione completamente valvolare dai 40 watt in su e cerco un suono leggermente saturo al quale accosto uno slap echo molto breve ed un riverbero per dare un pochino di “pasta” al suono, sui solo aumento leggermente volume e saturazione.

So che non hai un sito internet, mi sono chiesto se questa fosse per te una scelta piuttosto che un progetto futuro.

Patrick: non è una scelta ponderata, forse non sono un genio del marketing on-line o semplicemente non ho mai avuto tempo di organizzare una propaganda professionale degna.

So che hai suonato in tante città europee Parigi, Londra, Berlino, così come nella nostra terra, dicci sinceramente: trovi il pubblico di altre realtà diverso da questo?

Patrick: bella domanda. Devo dire di aver imparato una cosa in questi anni ed è il fatto che non esiste un pubblico “diverso” da un altro, esistono persone alle quali tu trasmetti qualcosa e queste reagiscono. Se le fai reagire qui, le fai reagire ovunque, il pubblico è fatto di esseri umani, sensibili come tutti a quello che gli si propone. Se ti dicono “Bravo” qui, te lo diranno a Londra, Parigi, Berlino, del resto possiamo girare il mondo quanto vogliamo ma in ogni tappa del viaggio porteremo noi stessi.

Hai nuovi progetti in arrivo? Live, CD, collaborazioni…

Patrick: si, per ora ti dico semplicemente si in attesa degli sviluppi!

Ti salutiamo con un arrivederci a presto, se vuoi aggiungere qualcosa siamo lieti di ascoltare.

Patrick: Grazie per questa gentile opportunità e grazie per avere avuto la possibilità di esprimere me stesso non solo in musica ma anche in pensiero. Arrivederci a tutti gli amici di Vivere a Cagliari.

Leggi anche l’articolo su “La Chitarra: regina per una notte”.

 

CONCERTI CAGLIARI | LA CHITARRA: REGINA PER UNA NOTTE. I PROTAGONISTI -15 OTTOBRE

[userpro template=view user=author max_width=100%]
Tag assegnati a questo articolo
BluesChitarristaRock & Rollrock'n Roll

Articoli correlati

TRA ARTE E SPETTACOLO: LIVE CON I BE FUNK E BLUE RETRO’ – LAZZARETTO SABATO 9 LUGLIO

Abbiamo intervistato Ezia Caredda, della A.P.S. KARALIS PINK TEAM “DANIELA SECCHI”. Indossare la maglia rosa significa che hai avuto un

INTERVISTA A PIPPO MATINO

Abbiamo intervistato Pippo Matino, in occasione del prossimo ritorno in Sardegna. Pippo Matino è considerato dalla critica nazionale ed europea

IL GRANDE SASSOFONISTA PRESENTA A CAGLIARI IL NUOVO CD “SWEET 17”

Michael Rosen, straordinario sassofonista stimato e apprezzato da tutti, sarà a Cagliari l’8 Gennaio per un live in cui presenterà

Nessun commento

Scrivi un commento
Ancora nessun commento! Sii il primo acommentare questo articolo!

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.
I campi contrassegnati sono obbligatori*